INITPC E-Commerce Materiale per ufficio e prodotti informatici - www.raccoglitori.eu


InitPC

T&NSolutions - Division Tecnology
Viale Svezia, 3 - 20066 - Melzo (MI) ITALY

02.9517550

Risme di carta: come scegliere

Rigidità, grammatura, finitura

La carta è carta, ma non tutti i tipi di carta per stampante sono uguali. Scegliere quella più adatta può significare non solo qualità di stampa migliore, ma anche sensibili risparmi.

Cosa sono le risme di carta?

Solitamente, quando si ha bisogno di carta per stampanti o fotocopie si acquistano delle risme in carta, pacchi composti in genere da 500 fogli circa. La carta più utilizzata in quasi tutti gli uffici è quella in formato A4 delle dimensioni di 210 x 297 mm poiché presenta la giusta dimensione per la stampante. Alcune fotocopiatrici utilizzano anche il formato A3 che equivale a due fogli A4 affiancati sul lato più lungo.

                     

… quali sono le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto?

 

Grammatura

La grammatura (grammi per metro quadrato g/m2) è definita come il peso di un foglio e rappresenta la consistenza percepita al tatto. La carta di uso comune e quotidiano ha normalmente una grammatura intorno agli 80g/m2.

Attenzione: capita spesso di identificare una grammatura maggiore con un maggiore spessore del foglio, ma questo non sempre è vero: altre caratteristiche della carta (la composizione della fibra e la consistenza, il tipo di lavorazione, l’umidità) possono far variare lo spessore del foglio e far risultare due carte di pari grammatura molto diverse fra loro.

… come capire di che grammatura si tratta?

 

Grammatura (g/m2)
Tipologia di carta
Dove è utilizzata?
 
da 18 a 25

Velina

Imballaggi e lavori artistici  
da 25 a 40 Carta “bibbia” Edizioni di libri molto voluminosi (es: bibbie)  
da 40 a 50 Riciclata Quotidiani  
da 60 a 90 Usomano Carta per fotocopie da ufficio  
da 100 a 150 Patinata (opaca o lucida) Pagine interne delle riviste, volantini  
da 170 a 250 Patinata (opaca o lucida) Brochure e pieghevoli, copertine di opuscoli e riviste  
da 250 a 350 Patinata (opaca o lucida),
carta naturale
Copertine di libri, biglietti da visita  

 

… la grammatura e le dimensioni non sono però le uniche caratteristiche da considerare per scegliere la carta più adatta. Importante è capire l’uso specifico per il quale è ideale quel tipo di carta.

Criteri di classificazione:
  • Carta uso mano: la più economica, la più comune e la più indicata per la stampa di semplici documenti di testo;
  • Carta patinata: rivestita da una patina che aumenta la lucentezza e diminuisce la quantità di inchiostro assorbito facendo risaltare i colori. Si sposa perfettamente con la stampa a colori in quanto assorbe di meno l’inchiostro facendoli brillare;
  • Carta speciale: tipologia meno indicata per la stampa in quanto viene impiegata per soluzioni particolari e presenta una superficie ruvida. (Cartoncini colorati)

Lo sapevi che…?

Patinata Opaca

La carta patinata opaca è forse la più utilizzata nella stampa professionale, sia digitale che offset.

È disponibile in grammature che generalmente vanno dai 90g fino a 350g e ha ottime caratteristiche di luminosità e resa dei colori. A parità di grammatura è meno trasparente della patinata lucida e ha un bianco leggermente più caldo. Può essere plastificata, verniciata o utilizzata come base per altre lavorazioni. Il colore viene assorbito poco nella fibra della carta permettendo un’asciugatura completa e una stabilità del colore nel tempo molto elevata. Le fotografie stampate su questa carta acquisiscono il tipico effetto patinato, sempre molto raffinato. A livello tecnico possiamo dire che i colori risultano omogenei e compatti, con un’ottima definizione dei contorni e una resa perfetta delle sfumature.

Per questi motivi è la carta più utilizzata per la stampa di riviste e cataloghi, opuscoli pubblicitari e libri con molte illustrazioni.

       

Patinata Lucida

Ha caratteristiche molto simili alla carta patinata opaca per quanto riguarda i metodi di produzione e normalmente le cartiere la forniscono nelle stesse grammature e formati della patinata opaca. Alla stessa maniera può essere lavorata con le stesse tecniche e con l’applicazione di alti strati. Ciò che varia è ovviamente il tipo di patina applicato sulla superficie, che ha un aspetto più lucido. Questo strato è più sottile e trasparente rispetto alla patina opaca e dunque la carta risulta (a parità di grammatura) meno coprente. Ovviamente gli elementi stampati su questo supporto avranno un effetto patinato meno pronunciato, ma i colori e le fotografie risulteranno più brillanti, luminosi e definiti, così come i contorni e i dettagli saranno più accentuati.

Luminosità

Anche la luminosità differenzia un tipo di carta rispetto ad un altro. Questo valore viene misurato in base alla bianchezza della carta. A seconda del valore di bianco presente, avremo tipi di carta differenti:

  • Tipo A: la migliore. Idonea per qualsiasi tipo di utilizzo, adatta per stampanti laser, a getto d’inchiostro e per fotocopiatrici. Garantisce un risultato eccellente e di altissima qualità;
  • Tipo B: carta di alta qualità, adatta ad ogni tipo di stampante inkjet o laser, fax e fotocopiatrici. Garantisce una buona resa per qualsiasi tipo di lavoro;
  • Tipo C: è una carta dalla qualità più economica delle altre, adatta soprattutto per la stampa in bianco e nero;
  • Carta riciclata: di qualità inferiore rispetto alle altre in quanto è ottenuta dal riciclo di altri materiali cartacei, ma ha altri valori, primo fra tutti quello del rispetto dell’ambiente.

Certificazioni carta:

PEFC

 

Programma che certifica l’intero ciclo produttivo della gestione forestale (produttori di cellulosa e carta), proveniente da foreste eco-sostenibili, alla trasformazione del prodotto e della Catena di Custodia (distributori del prodotto finito).

     Pan-european Forest Certification Council
FSC

 

FSC rappresenta un sistema di certificazione forestale riconosciuto a livello internazionale. La certificazione ha come scopo la corretta gestione forestale e la tracciabilità dei prodotti derivati. Il logo di FSC garantisce che il prodotto è stato realizzato con materie prime derivanti da foreste correttamente gestite secondo i principi dei due standard: gestione forestale e catena di custodia.

    Forest Stewardship Council
ECOLABEL

 

Marchio europeo di qualità ecologica che certifica che un prodotto o servizio abbia un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita.

    Ecolabel
BLAUER ENGEL

 

Certificazione rilasciata se l’intero ciclo di vita del prodotto è caratterizzato da un ridotto impatto aziendale, se il prodotto è conforme a tutti gli aspetti di protezione ambientale e se rispetta gli standard di sicurezza. Applicata esclusivamente a carte ricavate da fibre riciclate al 100%.

 

    Marchio di qualità ecologica
COLORLOK®

 

ColorLok® Technology è un’innovazione nelle applicazioni inkjet che garantisce una migliore qualità di stampa. Neri più marcati, con maggior contrasto alle immagini in bianco e nero. Colori brillanti per immagini più ricche, vivide e dai colori vibranti. Tempi di asciugatura più rapidi: asciugatura fino a 2,5 volte più rapida per minori sbavature e utilizzo immediato delle stampe.

 

    Colori vivaci assicurati
ECF

 

Il procedimento Elementary Chlorine Free indica che il cloro è stato sostituito con un composto,
il biossido di cloro, che consente di abbattere le emissioni contaminanti al 90%.

    Elementary Chlorine Free
TCF

 

Il procedimento Totally Chlorine Free impiega l’ossigeno
come sbiancante e la totale assenza di cloro.  

    Totally Chlorine Free
BLI

 

Buyers Laboratory Inc. sono i laboratori leader nel mondo nei test sulle performance delle carte da ufficio. BLI è anche la certificazione che garantisce che un prodotto abbia superato i test di qualità relativi alle performance e non abbia problemi di qualità di immagine, di inceppamenti, di alimentazione multi-sheet, di incurvamento, di accumulo di polveri e di arricciature dei fogli. BLI testa i prodotti sulle principali stampanti a livello mondiale: Canon, HP, Ricoh, Panasonic, Samsung, Sharp, Toshiba, ecc.

   Buyers Laboratory Inc
LONG LIFE

 

Certifica che la cartiera ricicla più CO2 rispetto a quanta ne emette. La carta conforme alla normativa ISO 9706 libera da acidi garantisce una conservabilità in archivio per 200 anni. 

    Conservazione a lungo termine